La Fondazione

La mission

assicurare, con continuità, l’offerta di tecnici superiori a livello post-secondario che rispondano alla domanda proveniente dal settore del made in Italy, con particolare riferimento a quello della moda;

sostenere le misure per l’innovazione e il trasferimento tecnologico alle piccole e medie imprese;

diffondere la cultura tecnica e scientifica e promuovere l’orientamento dei giovani e delle loro famiglie verso le professioni tecniche;

sostenere l’integrazione tra i sistemi di istruzione, formazione e lavoro;

stabilire organici rapporti con i fondi interprofessionali per la formazione continua dei lavoratori;

occuparsi della riconversione professionale dei lavoratori;

progettare e gestire corsi professionali di alto apprendistato.

Organigramma I.T.S. Mita

Visto lo Statuto della Fondazione MITA, d’ora in avanti definito Statuto, agli artt. 10, 11, 12, 13, 14;
Visto il Regolamento della Fondazione MITA, d’ora in avanti Regolamento, agli artt. 4, 9, 12, 18, 19, 22, 30, 31, 32, 34, 44 commi 3 e 4;
Vista l’Intesa sullo schema di decreto recante “Linee guida in materia di semplificazione e promozione degli Istituti Tecnici Superiori … a norma dell’articolo 1 comma 47 della Legge 13 luglio 2015 n. 107, d’ora in avanti definita Intesa, art. 1 comma 1, lettere a, b; comma 7, lettera d; comma 12; art. 7;
Visto l’allegato tecnico all’Accordo Stato, Regioni, EE.LL. del 17 dicembre 2015 di cui al Repertorio Atti n. 133 CU, d’ora in avanti definiti nell’ordine Allegato Tecnico e Accordo;
viene disposto il seguente organigramma di funzionamento della Fondazione ITS M.I.T.A.

Funzioni

Presidente
Al presidente sono assegnate le funzioni di cui agli artt. 8, 9, 12, 13 e 14 del Regolamento, così come integrate dall’articolo 7, commi 1 e 3.
Egli si avvale delle competenze del Direttore Generale il quale svolge le proprie funzioni in base al dettato degli artt. 30 e 31 del Regolamento.
Si avvale inoltre delle competenze dei soggetti incaricati di specifici ambiti di azione e responsabilità, individuati a norma dell’art. 12, comma 4 del Regolamento in base all’art. 44 comma 3.

Direttore Generale
Al Direttore Generale sono assegnati i compiti di cui agli artt. 30 e 31 del Regolamento. Gestisce il personale in base agli obiettivi definiti dal Presidente coerentemente con le indicazioni fornite dal Comitato Tecnico Scientifico in base alle competenze allo stesso riservate dagli artt. 18 e 22 del Regolamento, come rappresentate dal suo Coordinatore di cui all’art. 19 del Regolamento stesso.

Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico
Al Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico sono riservate le competenze di cui all’art. 19, in rappresentanza delle prerogative riservate al Comitato Tecnico Scientifico di cui all’art. 18, ivi comprese le sue eventuali articolazioni così come definite nell’art. 22.
Al Coordinatore sono inoltre delegate le operazioni previste dall’articolato dell’Intesa.

Servizi amministrativi
I servizi amministrativi svolgono le funzioni assegnate dal Direttore Generale sulla base degli obiettivi indicati dal Presidente e dal Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, con autonomia e conseguente responsabilità in relazione al conseguimento dei risultati.

Servizi assegnati a consulenti esterni

I soggetti esterni cui sono assegnati specifici incarichi di consulenza, individuati con incarico fiduciario o su bando, rispondonorisultato in relazione agli obiettivi loro assegnati dal Presidente.